Vai al contenuto principale
Didascalia
Vini rossi

Vuillermin

L’ultimo vigneto recuperato

Morbido, tenue, profumato

I vitigni che rientrano nella composizione del vino Valle d’Aosta o Vallée d’Aoste DOC Vuillermin sono Vuillermin min.85%, altri vitigni a bacca nera autorizzati alla coltivazione in Valle d’Aosta max. 15%. Il vitigno geneticamente prossimo al Fumin, ha in comune con esso una maturazione tardiva ed un modesto accumulo in zuccheri mentre risulta essere molto più produttivo e meno ricco nel colore.

Descrizione

Il Vuillermin è l’ultimo dei vitigni autoctoni ad essere identificato e recuperato grazie all’attività dell’Institut Agricole Régional, e a partire dal 2008, ad essere valorizzato con l’inserimento nel disciplinare di produzione della denominazione Valle d’Aosta Vuillermin.

Degustazione

Sentori

I vini ottenuti in purezza sono solitamente affinati in botti e presentano un colore rosso rubino tenue, note intense di ciliegia e china ed una struttura tannica morbida e piacevole.

Produzione

  • 5.000 bottiglie l’anno

Conservazione

  • Temperatura servizio non inferiore a 18° C
  • Anni di conservazione fino a 5
  • Affinamento in barrique

Vitigno principale

Colore bacca : Rossa
Vuillermin min. 85%

Altri vini rossi

Vini rossi

Torrette

Il vino della Valle d’Aosta per eccellenza

Vini rossi

Pinot noir

Un grande vitigno francese impiantato in Valle d’Aosta

Vini rossi

Fumin

Il vino della tradizione enogastronomica della Valle d’Aosta

Vini rossi

Cornalin

Una varietà ritrovata

Vini rossi

Mayolet

Il vigneto di centro Valle

Vini rossi

Nus Rouge

Forse il primo autoctono valdostano

Vini rossi

Gamay

Un vitigno dell diciassettesimo secolo